You are here

Relazioni responsabili con le comunità

Guardare costantemente e proattivamente ai bisogni e alle priorita della societa permette di cogliere nuove sfide e di ridefinire un modello di business sempre piu competitivo, sviluppando nuove strategie e innovando i processi di business.

La creazione di “valore condiviso” per l’azienda e tutti i suoi stakeholder rappresenta un’opportunita per coniugare la competitivita con la creazione di valore sociale nel lungo periodo, ed e su questo campo che Enel ha orientato le proprie attivita negli ultimi anni.

La presenza in un perimetro geografico cosi vasto, che coinvolge tanto mercati maturi quanto mercati emergenti, implica necessariamente un confronto con realta differenti tra loro e una conoscenza approfondita del territorio e delle esigenze dei vari interlocutori, cosi da identificare soluzioni mirate di business. L’accesso all’energia come volano per lo sviluppo locale assume oggi forme sempre piu variegate e innovative applicabili su ogni tipo di contesto: accanto agli impianti tradizionali si promuovono soluzioni smart, off e on grid, e si individuano nuove formule per combattere la poverta energetica accanto a un’offerta di mercato sempre piu sfidante e tecnologicamente avanzata per i clienti piu esigenti.

Una tale varieta e possibile solo attraverso un approccio inclusivo dalle prime fasi di sviluppo del business. Individuare gli stakeholder rilevanti coinvolti da un progetto e mapparne le esigenze sia come bisogni sia come nuove opportunita di crescita, avviando un dialogo costante e costruttivo, permette infatti di prevenire eventuali impatti e di identificare soluzioni che creano valore condiviso nel lungo periodo. Le esigenze locali vengono infatti messe in connessione con gli obiettivi aziendali attraverso una matrice di materialita specifica per sito, fino a identificare quei progetti e iniziative che rispondano alle priorita condivise. Non solo. La parola chiave e sempre piu “co-creazione“: i progetti vengono definiti e realizzati insieme alle comunita in modo da essere calibrati sulle specificita del territorio.

Sempre piu, un approccio inclusivo verso gli stakeholder si traduce anche in soluzioni di economia circolare: per esempio, materiale di scarto come i pallet di cantiere puo trasformarsi in materia prima per la carpenteria o l’artigianato locale, grazie a un programma mirato di formazione e sviluppo imprenditoriale. Oppure, centrali in dismissione possono essere riconvertite ad altri scopi in linea con le esigenze del territorio coinvolgendo i vari stakeholder.

Nel 2016 Enel, con piu di 900 progetti e oltre 6 milioni di beneficiari, nei diversi Paesi in cui e presente, ha contribuito concretamente allo sviluppo e alla crescita sociale ed economica dei territori, dall’ampliamento delle infrastrutture ai programmi di educazione e formazione, dalle iniziative volte all’inclusione sociale ai progetti di supporto alla vita culturale ed economica, in linea con gli impegni presi sugli SDGs (Sustainable Development Goals). Leva fondamentale per realizzare questi progetti e il ricorso a partnership con organizzazioni no profit attive a livello locale che promuovono lo sviluppo del territorio attraverso interventi innovativi e su misura. In particolare, al 2016, risultano attive piu di 400 partnership in tutto il mondo con organizzazioni locali, imprese sociali, universita, associazioni internazionali e ONG.