You are here

Risultati economici

La gestione economica di Enel SpA degli esercizi 2016 e 2015 è sintetizzata nel seguente prospetto.

Milioni di euro   
 201620152016-2015
Ricavi   
Ricavi delle prestazioni197237(40)
Altri ricavi e proventi1082
Totale207245(38)
Costi   
Acquisti di materiali di consumo11-
Servizi e godimento beni di terzi152199(47)
Costo del personale166176(10)
Altri costi operativi1724(7)
Totale336400(64)
Margine operativo lordo(129)(155)26 
Ammortamenti e impairment448327121
Risultato operativo(577)(482)(95)
Proventi/(Oneri) finanziari netti e da partecipazioni   
Proventi da partecipazioni2.8822.024858
Proventi finanziari3.3433.535(192)
Oneri finanziari4.1064.267(161)
Totale2.1191.292 827
Risultato prima delle imposte1.542810732
Imposte(178)(201)23
UTILE DELL’ESERCIZIO1.7201.011 709

I ricavi delle prestazioni, pari a 197 milioni di euro (237 milioni di euro nel 2015), si riferiscono essenzialmente a prestazioni rese da Enel SpA nell’ambito della sua funzione di indirizzo e coordinamento e al riaddebito di oneri sostenuti dalla stessa e di competenza delle sue controllate.

Il decremento complessivo, pari a 40 milioni di euro, e imputabile principalmente ai minori riaddebiti dei costi connessi all’attivita di comunicazione, conseguentemente alla nuova struttura organizzativa adottata dal Gruppo che ha previsto lo spostamento di una parte delle attivita di comunicazione dalla Holding alle Country, il tutto solo parzialmente compensato dai maggiori ricavi per management fee e technical fee rilevati nei confronti di alcune societa estere del Gruppo.

Gli altri ricavi e proventi, pari a 10 milioni di euro, in aumento di 2 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente, si riferiscono essenzialmente, sia nell’esercizio corrente sia in quello a raffronto, al riaddebito di costi per personale di Enel SpA in distacco presso altre societa del Gruppo.

I costi per acquisti di materiali di consumo, pari a 1 milione di euro nel 2016, si riferiscono all’acquisto di materiali di consumo da fornitori terzi e risultano invariati rispetto all’esercizio precedente.

I costi per prestazioni di servizi e godimento beni di terzi, pari a 152 milioni di euro nel 2016 (199 milioni di euro al 31 dicembre 2015), riguardano prestazioni ricevute da terzi per 75 milioni di euro e da societa del Gruppo per 77 milioni di euro. I primi sono relativi principalmente a spese di comunicazione, prestazioni professionali e tecniche, provvigioni e commissioni, consulenze strategiche, di direzione e organizzazione aziendale, nonche a costi per servizi informatici. Gli oneri relativi a prestazioni rese da societa del Gruppo sono invece riferibili essenzialmente a servizi informatici, amministrativi e di approvvigionamento, a canoni di locazione e formazione del personale ricevuti dalla controllata Enel Italia Srl, nonche a costi per personale di alcune societa del Gruppo in distacco presso Enel SpA.

La riduzione rispetto all’esercizio precedente, pari a 47 milioni di euro, e da ricondurre sostanzialmente alle minori spese di pubblicita, propaganda e stampa, nonche al decremento dei costi connessi all’organizzazione di eventi, conseguentemente alla nuova struttura organizzativa adottata dal Gruppo, che ha previsto lo spostamento di una parte delle attivita di comunicazione dalla Holding alle Country.

Il costo del personale ammonta nel 2016 a 166 milioni di euro, evidenziando un decremento di 10 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente; tale variazione e da imputare prevalentemente alla diminuzione dei costi connessi alla mancata sottoscrizione, rispetto al 2015, di nuovi accordi per le uscite incentivate (36 milioni di euro). Tale variazione positiva e stata parzialmente compensata sia dal rilascio del fondo “controvalore sconto energia” (10 milioni di euro) effettuato nel 2015 a fronte della revoca unilaterale del beneficio agli ex dipendenti, sia dall’aumento, complessivamente pari a 16 milioni di euro, dei salari e stipendi e dei relativi oneri sociali da riferire sostanzialmente alle maggiori consistenze del personale.

Gli altri costi operativi sono pari a 17 milioni di euro nel 2016 e risultano in diminuzione di 7 milioni di euro rispetto al 2015, principalmente a seguito sia dei minori contributi e quote associative versate nell’esercizio in corso, sia dell’aggiornamento di stima sulle posizioni sorte in esercizi precedenti relativamente al fondo contenzioso legale, effettuato in base alle indicazioni dei legali interni ed esterni.

Il margine operativo lordo, negativo per 129 milioni di euro, registra un miglioramento di 26 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente da ricondurre principalmente alla riduzione dei costi operativi, e in particolare dei costi per prestazioni di servizi e del personale, in parte compensata dal decremento dei ricavi per prestazioni erogate a societa del Gruppo.

Gli ammortamenti e impairment, pari a 448 milioni di euro nel 2016, si riferiscono sostanzialmente alla svalutazione della partecipazione in Enel Produzione SpA (474 milioni di euro) e al ripristino di valore della partecipazione detenuta in Enel Trade SpA (42 milioni di euro), e presentano un incremento di 121 milioni di euro rispetto all’esercizio 2015. Tale variazione e dovuta essenzialmente al diverso valore degli impairment del 2015 che avevano interessato le partecipazioni detenute in Enel Trade SpA (250 milioni di euro) e in Enel Ingegneria e Ricerca SpA (65 milioni di euro).

Il risultato operativo, negativo per 577 milioni di euro, se confrontato con il valore rilevato nel 2015, presenta una variazione negativa di 95 milioni di euro.

I proventi da partecipazioni, pari a 2.882 milioni di euro (2.024 milioni di euro nel 2015), si riferiscono ai dividendi deliberati nel 2016 dalle societa controllate e collegate per 2.876 milioni di euro e da altre partecipate per 6 milioni di euro. Rispetto all’esercizio precedente presentano un incremento di 858 milioni di euro.

Gli oneri finanziari netti ammontano a 763 milioni di euro e riflettono essenzialmente gli interessi passivi sull’indebitamento finanziario (926 milioni di euro), in parte compensati da interessi attivi e altri proventi su attivita finanziarie correnti e non correnti (complessivamente pari a 150 milioni di euro).

L’incremento degli oneri finanziari netti rispetto al precedente esercizio, pari a 31 milioni di euro, e stato determinato essenzialmente dalla variazione netta negativa delle operazioni in strumenti finanziari derivati (674 milioni di euro), in parte compensata dalla variazione netta positiva delle differenze cambio (628 milioni di euro).

Le imposte sul reddito dell’esercizio evidenziano un risultato positivo di 178 milioni di euro, per effetto principalmente della riduzione della base imponibile IRES rispetto al risultato civilistico ante imposte dovuta all’esclusione del 95% dei dividendi percepiti dalle societa controllate e della deducibilita degli interessi passivi di Enel SpA in capo al consolidato fiscale di Gruppo in base alle disposizioni in materia di IRES (art. 96 del TUIR). Rispetto al precedente esercizio (imposte positive per 201 milioni di euro), la variazione negativa di 23 milioni di euro e sostanzialmente riconducibile a partite non ricorrenti.

Il risultato netto dell’esercizio si attesta a 1.720 milioni di euro, a fronte di un utile dell’esercizio precedente di 1.011 milioni di euro.