You are here

Analisi della struttura patrimoniale

Milioni di euro   
 al 31.12.2016al 31.12.20152016-2015
Attività immobilizzate nette:   
- attività materiali e immateriali27216
-  partecipazioni42.79338.9843.809
- altre attività/(passività) non correnti nette(440)71(511)
Totale42.38039.0763.304
Capitale circolante netto:   
- crediti commerciali255283(28)
- altre attività/(passività) correnti nette(1.500)(627)(873)
- debiti commerciali(150)(164)14
Totale(1.395)(508)(887)
Capitale investito lordo40.98538.5682.417
Fondi diversi:   
- TFR e altri benefíci ai dipendenti(286)(291)5
- fondi rischi e oneri e imposte differite nette562828
Totale(230)(263)33 
Capitale investito netto40.75538.3052.450
Patrimonio netto26.91624.8802.036
INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO13.83913.425414

Le attività immobilizzate nette ammontano a 42.380 milioni di euro e presentano una variazione in aumento di 3.304 milioni di euro. Tale andamento e riferito principalmente:

  • per 3.809 milioni di euro all’incremento del valore delle partecipazioni detenute in imprese controllate e a controllo congiunto, sulle quali hanno influito le seguenti operazioni: la scissione parziale non proporzionale di Enel Green Power SpA in favore di Enel SpA, la scissione da Enel Green Power International BV di attivita e passivita in favore di Enel Finance International NV, la fusione transfrontaliera di Enel Green Power International BV in Enel Green Power SpA, la ricapitalizzazione e il successivo apporto in conto capitale in favore di OpEn Fiber SpA che, al 31 dicembre 2016, risulta controllata congiuntamente da Enel SpA e CDP Equity SpA. Hanno inoltre influito le rettifiche di valore sulle partecipazioni detenute in Enel Produzione SpA e in Enel Trade SpA;
  • per 511 milioni di euro all’incremento della voce “Altre attivita/( passivita) non correnti nette” che al 31 dicembre 2016 accoglie una passivita netta per 440 milioni di euro (altre attivita non correnti nette per 71 milioni di euro al 31 dicembre 2015). Tale variazione e da collegare essenzialmente sia all’aumento del valore dei contratti derivati passivi non correnti (366 milioni di euro), sia al decremento del valore dei contratti derivati attivi non correnti (121 milioni di euro).

Il capitale circolante netto e negativo per 1.395 milioni di euro e registra un incremento di 887 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2015. La variazione e riferibile:

  • per 873 milioni di euro all’aumento delle “altre passivita correnti nette” per effetto principalmente del debito verso gli azionisti per l’acconto sul dividendo 2016 deliberato dal Consiglio di Amministrazione di Enel SpA nella seduta del 10 novembre 2016 e messo in pagamento a decorrere dal 25 gennaio 2017 (915 milioni di euro);
  • per 28 milioni di euro al decremento dei crediti commerciali, principalmente verso le societa del Gruppo per i servizi di indirizzo e coordinamento svolti da Enel SpA;
  • per 14 milioni di euro alla diminuzione dei debiti commerciali.

Il capitale investito netto al 31 dicembre 2016 e pari a 40.755 milioni di euro ed e coperto dal patrimonio netto per 26.916 milioni di euro e dall’indebitamento finanziario netto per 13.839 milioni di euro.

Il patrimonio netto e pari a 26.916 milioni di euro al 31 dicembre 2016 e presenta un incremento di 2.036 milioni di euro rispetto al precedente esercizio. In particolare, tale variazione e riferibile all’operazione di scissione parziale non proporzionale di Enel Green Power SpA in favore di Enel SpA che ha determinato un aumento del capitale sociale e della riserva da sovrapprezzo azioni (rispettivamente di 764 milioni di euro e di 2.204 milioni di euro), alla distribuzione sia del dividendo dell’esercizio 2015 (complessivamente pari a 1.627 milioni di euro), sia dell’acconto sul dividendo dell’esercizio 2016 (complessivamente pari a 915 milioni di euro), nonche alla rilevazione dell’utile complessivo dell’esercizio 2016 (1.610 milioni di euro).

L’indebitamento finanziario netto a fine esercizio e pari a 13.839 milioni di euro, con un’incidenza sul patrimonio netto pari al 51,4% (53,9% a fine 2015).